Pedalo e metto la freccia.

In piena metà degli anni ’90, avevo sedici anni e giravo a Roma tra pieghe, penne e smarmittate in sella al mio F10 nero.

Altri tempi quelli.

Disfunzioni Musicali (via degli Etruschi + via dei Marrucini per l’usato) era il posto più fico sulla faccia della terra, i cellulari cominciavano a vedersi un po’ dovunque, internet era un luogo dell’immaginario, a piazza di Spagna giravano ancora punk e metallari e, last but not least, in giro c’erano molte meno biciclette di oggi.

Ore e ore passate a spulciare e ascoltare dischi spaziali.

Ore e ore passate a spulciare e ascoltare dischi spaziali.

 

Il mio bellissimo F10 Malaguti nero-smeraldo era un mezzo di tutto rispetto. Basso, compatto, veloce, equipaggiato di frecce direzionali, insomma a parte il raffreddamento ad aria, non aveva nulla di che invidiare agli scooter plasticoni e pseudo evoluti che vanno in giro oggi giorno.

Le frecce anteriori erano piccoli faretti rotondi, giallo mandarino, che mi davano la sensazione di essere un utente della strada di alta fascia. Capirete che in quanto abituato alle mie, al tempo brevi, pedalate in BMX ero fino ad allora stato abituato a segnalare i miei spostamenti allungando il braccio a destra o a sinistra.

Quindi il fatto di possedere delle frecce direzionali sul mio mezzo mi faceva sentire un navigato guidatore, un vecchio lupo di strada.

La marmitta rigorosamente bucata garantiva un'abbondante fornitura di accidenti e macumbe.

La marmitta rigorosamente bucata garantiva un’abbondante fornitura di accidenti e macumbe.

 

Eppure dopo circa un annetto che scorrazzavo sul mio F10 nero fiammante, cominciai a sentire la necessità di maggiore sicurezza nelle mie svolte. Le frecce rotonde giallo mandarino non mi soddisfacevano, sentivo che potevano non essere sufficienti a indicare agli automobilisti il mio cambio di direzione. Gli auto-sauri volevano la mia pelle, era ovvio.

Così ricominciai a usare le braccia.

Frecce direzionali + un bel braccio disteso e adesso… sperona tua sorella!

Da allora sono passati quasi venti anni. Il mio F10 riposa in pace ormai da lungo tempo e quel ragazzino che piegava sul Muro Torto e impennava a via Piccolomini ora pedala su e giù per i sette colli, sprezzante dei mille pericoli che la strada riserva ai ciclisti urbani.

L’esigenza di sicurezza è aumentata, sia per l’età avanzata che per il mezzo di locomozione, e se il braccio teso è rimasto, la freccia direzionale manca…

E come fo?

Monto due set di frecce, uno davanti e l’altro dietro? Come le ricarico? E se me le rubano?

Semplice: le frecce le monto SUI GUANTI!

Shut up and take my money!

Shut up and take my money!

 

Una vera e propria sciccheria per ciclisti urbani, frutto dell’intuizione del creatore e della campagna Kickstarter di fundraising, completata in brevissimo tempo.

Questa bellezza si attiva premendo due pulsanti in metallo posti tra indice e pollice, ha una batteria che dura molto più di quella del vostro smartphone ed è realizzata in materiali di alta qualità.

Sul sito istituzionale del produttore è possibile preordinarli a un costo tutto sommato ragionevole, dategli un’occhiata se avete due minuti (cliccando su queste parole non a caso evidenziate).

 

Tutti a destra… o – oooo

- Ao' la messa la freccia?  - Eee, e che so' 'n indiano?

– Ao’ l’hai messa ‘a freccia?
– Eee, e che so’ ‘n indiano?

 

Tutti a sinistraaaa… o – ooo

Quando gli auto-sauri stanno fermi in coda al semaforo... freccia a sx FISSA.

Quando gli auto-sauri stanno fermi in coda al semaforo… freccia a sx FISSA.

 

P.s.

Pedalate sui Denti è un’iniziativa senza scopo di lucro, i due gestori non percepiscono alcuna commissione sulla vendita degli articoli che trovate su questo blog e che vengono presentati a solo scopo informativo. Non abbiamo nessun rapporto con le aziende i cui prodotti trovate qui, NESSUNO.

Annunci

Rispondi sui Denti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...