L’allucinazione ciclistica della sera

Ciclisti sobri

Ciclisti sobri

Quest’anno il concetto di ottobrata romana va oltre le aspettative regalandoci un secondo settembre: temperature sopra i 25 gradi che invogliano tutti, anche i ciclisti urbani più timidi e stagionali, a sgommare per le strade della città.

Sere fa, di lunedì, rincasando verso le 22 da Trastevere verso San Giovanni lo scenario stradale era da cronometro individuale: per strada pochissime automobili, quelle poche che c’erano quasi si avvicinavano benevole tipo ammiraglia
per dare indicazioni sui tempi e anche i pedoni, invece di attraversarti la strada fermandosi a raccogliere margherite al centro della carreggiata per poi fare una finta a destra, una a sinistra e rimanere infine impalati come gatti accecati dai fari, anche loro sui ponti a sporgere il braccio con birre ghiacciate, ad incitare con entusiasmo smodato.

Gli scooteroni invece di superarti con quel tipico rumore di carcassa strascicata e guardarti con aria di sufficienza facendo un implacabile segno del “No” con il capo, si mettono in scia e filmano con lo smartphone questa meravigliosa pedalata serale.

All’ultima curva trovi l’amico di facebook che ti contesta sempre perché i ciclisti “non possono fare quel cazzo che gli pare tipo prendere la bici e guidarla in città dove ci sono le automobili”, che rinsavito, scende dalla macchina e ti insegue sulla salitella per dirti che si è fatto anche lui una bicicletta, una pininfarina verde, che merda pensi, ma alla fine è un altro che ha ceduto alla tentazione irresistibile delle due ruote e sei contento per lui.

Sotto casa l’amministratore di condominio ti sta montando le rastrelliere e sono le 22 passate, gli dici grazie, ma preferisci portare la bici su a casa e lui si offre per portartela fino al pianerottolo del quarto piano.

amministratore di condominio

Il nostro amministratore di condominio in un momento di relax

Entrando a casa trovi la tua compagna brilla, vestita ancora di tutto punto con tacco dodici che ti accoglie con una sua amica con cui ha cenato e nel peggiore dei casi intuisci che ti stanno per premiare con una bottiglia di champagne, dopodiché ti dice di lasciare la bici anche in salone che tutto sommato non dà fastidio anzi fa arredamento vintage.

Poi ti addormenti, aspettando la prossima allucinazione ciclistica.

 

Annunci

Rispondi sui Denti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...