Chi ce l’ha fatto fare?

Pedalate sui Denti nasce in un appiccicoso pomeriggio di inizio giugno e va online dopo la metà del mese, con grande gioia incosciente dei due autori.

Senza annoiarvi con sproloqui sulle nostre vite e i nostri valori (i curiosi e gli stalker possono appurarsi sulla nostra identità cliccando su queste parole che non a caso sono evidenziate), vi basti sapere che noialtri ci si ritiene persone abbastanza razionali e ben lontane dall’essere affascinati da pseudoscienze, impressioni, Grandi Narrazioni, suggestioni e credenze irrazionali.

Palantir

Just say: NO!

 

Per capirci: se uno di noi si prende un’influenza intestinale, cercherà di ricordarsi se ha mangiato prodotti facilmente deperibili o se ha bevuto da un bicchiere altrui, e non andrà invece a pensare che nella sua vita manca, che ne so, amore, tramonti e sorrisi di bambino. Noialtri si va dal dottore, non dall’indovino.

Eppure…

Eppure cominciamo a farci delle domande importanti. Come se ciò in cui crediamo fosse una striscia di asfalto capitolino sul quale dopo la prima pioggerellina cominciano a comparire le prime crepe, prodromi di una futura buca che potrebbe diventare voragine, abisso.

Questa viene dal Guatemala, ma pioggia dopo pioggia, prima o poi ne vedremo una così anche sulla tangenziale.

Questa viene dal Guatemala, ma chissà che, pioggia dopo pioggia, prima o poi non ne vedremo una così anche sulla tangenziale.

Perché? Come mai? Cosa è successo? Che cavolo scrivete?

Succede che da quando pedaliamo in rete, uno di noi due ha cominciato ad avere grossi problemi fisici, che sono sfociati in una patologia., non mortale, ma sicuramente invalidante, dolorosa e fastidiosa. È arrivata la temibile   p a r o d o n t i t e.

 In due mesi e mezzo abbiamo collezionato due estrazioni, cinque ascessi, decine di millimetri di tessuto connettivo persi e un fegato a-la-Barney Gumble a causa dell’inevitabile uso di antidolorifici.

Tra l’altro avere un tessuto gengivale perennemente infiammato influisce PARECCHIO anche sul rendimento in sella alla bicicletta. Più si pedala e più la gengiva scoppia e duole.

Proprio all’inizio di luglio mentre cercavamo in rete informazioni mediche, grazie a un noto accademico  nostro contatto comune su facebook, ci imbattemmo in un articolo, diciamo per lo meno ‘discutibile’, che attribuiva alle patologie dentali e parodontali un’origine… sorprendente.

“…oltre a masticare, i denti servono anche e soprattutto all’espressione verbale, offrendo dei punti d’appoggio alla lingua essi permettono di produrre dei suoni articolati […] Socrate diceva che le parole devono superare la barriera dei denti. Quando non osiamo pronunciarle, le parole […] si trasformano in male … ai denti! Così ogni attacco ai denti […] sono l’espressione di una carica emozionale che non ha potuto essere liberata con la parola. In qualche modo il dente “parla” al nostro posto .”

Mmm... ripeti un po'...

Mmm… ripeti un po’…

Capirete il nostro scetticismo venato di sarcasmo alla lettura di questo articolo; eppure queste parole sebbene prive di qualunque fondamento scientifico cominciavano ad aprire le prime crepe sul muro del nostro razionalismo.

Il big-bang è arrivato pochi giorni fa, quando ci si è resi conto del sincronismo perfetto tra l’inizio della fase acuta della parodontite e la messa in rete di Pedalate sui DENTI.

In un secondo, anni di pensiero razionale, di sano scetticismo, di sistema di valori basato sull’oggettività e la scienza sono svaniti, evaporati, come acqua versata su una piastra a 900 C°.  La disfatta più totale del nostro sistema di valori era completa, l’apocalisse era giunta, nulla mai sarebbe stato come prima…

In conclusione: l’anamnesi del dentista mente. Non c’è predisposizione genetica, scarsa igiene orale, 6 anni di bruxismo che tengano… la parodontite è CHIARAMENTE il frutto della creazione di questo blog.

Come tutte le grandi rivelazioni, anche questa epifania del sacro ha portato con sé, dopo la sorpresa e la disperazione, un raggio di speranza e di consolazione:  avremmo potuto intitolare questo blog “Pedalate sul Cuore” o “Pedalate in Testa” o “Pedalate sui Coglioni”…

E magari chissà, oggi non saremmo qui a raccontarvelo.

Annunci

Rispondi sui Denti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...