Automobilista dagli occhi blu…

…in mezzo al traffico lo stesso non sei più.

 

L’altro giorno stavo percorrendo, leggi: scalando, via Baldo degli Ubaldi direzione p.zza Irnerio quando mi sono accorto che un automobilista dagli occhi azzurro ghiaccio mi osservava.

Ci siamo incrociati circa sei o sette volte: al semaforo l’ho passato per la prima volta, dopodiché mi ha superato lui rombando rabbiosamente per poi farsi risuperare da me dieci metri dopo, quando la sua 500 rossa fiammante si è dovuta fermare (ah, il traffico). Questo siparietto si è ripetuto per altre cinque volte. Tricche-tracche tricche-tracche.

E lui mi guardava. Anzi, mi fissava.

 

Occhioni blu che ti scrutano.

occhiazzurri

Io stavo sudando ogni singolo metro che percorrevo e di solito quando pedalo in salita non ho un atteggiamento molto amichevole.

Diciamo che quando vado in salita in genere sono abbastanza antipatico, rabbioso e prepotente. Una brutta persona, in poche parole.

Capirete quindi che l’automobilista dagli occhi blu che mi fissava non faceva altro che aumentare la mia mal disposizione nei confronti dell’umanità intera, e in quei 2 minuti nei quali io e Occhioni Blu ci siamo incrociati più volte, l’umanità intera si è andata condensando e fondendo per fluire dentro quelle pozze blu.

Così, quando ci siamo dovuti fermare perché una signorina occupava con l’auto in seconda fila la carreggiata di destra, visto che Occhioni Blu continuava a fissarmi ho girato la testa verso di lui e, sforzandomi di non dire nulla di sarcastico ho chiesto semplicemente “Tutto ok?”.

La risposta è stata più o meno questa: “Io c’avevo un appuntamento dieci minuti fa, co’ ‘sto traffico arivo tra ddu’ ore… voiartri ‘nvece ve ‘nfilate dapertutto, e manco pagate un cazzo de assicurazzione, bollo e artro. Io me volevo compra’ la “stescio ‘n vego” ma ‘ndo cazzo la metto a Roma? Te guardo perché me rode er culo, ecco. Nun cell’ho cco’ tte, me rode che Roma in machina è un macello… Ma all’età mmia (40 anni n.d.r.) me posso mette’ a pedala’ come u’ rigazzino?”

Il disagio di Occhioni Blu, offertomi su un piatto d’argento mi stava mandando in overdose di serotonina.

Rischiavo di farmi venire un ictus di Schadenfreude.

Contenendomi ho tirato fuori un sorrisone a trentadue denti e guardando Occhioni Blu ho ripreso a pedalare congedandomi da lui con un lapidario “Buon Divertimento”.

Automobilista dagli occhi blu, FUCK YOU!

 

E voi? Come vi sareste congedati da Occhioni Blu?

 

fuck-you

 

Annunci

Rispondi sui Denti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...